Eventi

Società Ortofloricola Comense : Eventi di settembre

La Società Ortrofloricola Comense presenta serate aperte e itinerari verdi per il mese di settembre 2017.

‘I colori dei fiori attraverso i viaggi dei soci’

Lunedì 4 settembre, alle 21.00 presso la sede della Società Ortofloricola Comense

Curiosando tra i paradisi floristici del pianeta con suggestive immagini dall’Islanda alla Cina, dalla Tailandia alla Scozia: una serata di notevole interesse per gli amanti delle rarità botaniche e del paesaggio.

 

Botanica sulla carta Erbe spontanee: di Erbe e di Orto’

Sabato 16 settembre, presso Villa Carlotta - Tremazzo

La Natura sa catturare il nostro sguardo in ogni momento; l’acquerello ed altre tecniche pittoriche sono un mezzo per esprimere stupore e incanto. La bellezza delle erbe spontanee viene fissata sulla carta dalla tecnica meticolosa dell’artista Silvana Rava, che con i suoi lavori riesce a cogliere lo stupore e il dettaglio delle essenze selvatiche, che nascono e crescono senza sottostare a nessuna regola.

 

Cent’anni di fiori tra lago e montagna. Erbe spontanee e colori nell’Erbario Fabani’

Sabato 16 settembre, presso Villa Carlotta - Tremazzo

Un’eccezionale raccolta di oltre 3000 tavole di erbario organizzato in 25 cartelle con indice manoscritto, del medico comasco Giuseppe Fabani, custodito meticolosamente dal Centro Rusca di Como. Ogni tavola presenta un ricco cartiglio dove viene data scrupolosa indicazione della famiglia, della specie, del determinatore, della data e del luogo di raccolta (con le caratteristiche del terreno), del periodo di fioritura ed infine delle proprietà officinali. Giuseppe Fabani, nato a Como nel 1861, è stato medico condotto per diciannove anni della comunità di Cernobbio.

 

‘Giardino dei Bambù’

Sabato 16 settembre, presso Villa Carlotta - Tremazzo

Oltre 3000 metri quadri ispirati ai principi e alle tecniche dell'arte dei giardini giapponesi qui ospitano ben 25 specie di bambù, alcune assai rare, in un contesto di grande armonia tra cascatelle, ruscelli e strutture in pietra. La scalinata di accesso al giardino è sovrastata dal portale Torii che segna l'ingresso alla parte del giardino più tipicamente orientale, una zona strutturata a stanza su due differenti livelli; quello più interno circondato da un boschetto di bambù giganti è un'oasi di tranquillità in cui si possono apprezzare appieno luci, forme, suoni e colori che nell'armonica unione tra acqua e bambù mutano nel corso delle ore della giornata.

 

Trovi tutte le informazioni su questi e altri eventi QUI.